27.3.08

Tutti i sabati in casa della nostra giovinezza

Son giorni in cui certi trentenni come me han da far conti dal punto di vista musicale. Uscite come quelle di Portishead, Notwist e Matmos mettono davanti ad un come eravamo / come siamo / come saremo denso di attese prolungate, scelte diverse e umori ormai più o meno distaccati. Forse dovrei scaricare anche il nuovo Moby. Invece cerco di venire a capo di Saturdays = Youth degli M83. Sono affezionato agli M83: i cauti post dalla forma incauta sul vecchio e sul nuovo blog stanno lì a ricordare quanto si possa crescere ed essere menopeggio.
L’uguale non tragga in inganno. Saturdays = Youth è un disco per vecchi. Vecchi che da giovani passavano i loro sabati ad ascoltare musica già vecchia e soprattutto inutile. Quale giovane donna quindicenne metterebbe sulla testata del suo myspace/twitter/facebook parole come “The cemetery is my home, I want to be a part of it, invisible even to the night…I'm 15 years old and I feel it's already too late to live. Don't you?”? Qualcuna di sicuro ci sarà, ma il problema siamo noi, quelli che maciniamo revival a velocità così alte (dove eravamo quando avevamo altri gusti?!) che ormai amiamo anche il revival al quadrato. Il revival dell’ascolto revival.
Non si confronti allora S=Y con i vecchi dischi degli M83. I suoi stracci di Kate Bush sono oltre Rossana Casale che fa Kate Bush nel jingle della pubblicità della Coppa del Nonno e oltre le cover dei Chromatics, siamo alla ristampa dei dvd di Twin Peaks e quest’estate ormai tutte le band shoegaze avranno perfezionato la loro reunion. Balliamo sia la techno di Detroit che Redshape che chi copierà Redshape. E i giovani sono da qualche altra parte, con qualche altra diavoleria troppo noiosa. Sui quindici minuti iniziali remix (gli unici amabili) di My Blueberry Night di Wong Kar Wai, temevamo amavamo l’idea di un remake afro-beat de Il Giardino Delle Vergini Suicide. I Portishead mi hanno sorpreso, i Notwist mi hanno ricordato che non riesco più a essere così ghei e i Matmos, beh, quelle cose le trovo più divertenti in salsa techno sul nuovo ep di Four Tet. Forse dovrei scaricare anche il nuovo Moby.


We Own The Sky - M83
Up! - M83

6 commenti:

e. ha detto...

I ventenni di oggi sono i ventiduenni che domani si godranno con nostalgia la reunion dei Teenagers. Per l'occasione il trio eseguirà una cover di "Kim & Jessie" (qui all'inizio della tracklist mi aveva fuorviato), più veloce e con un solo suono di Casio, quasi da Ex-Otago.
Ma poi "Graveyard Girl" riporta tutto al rimpianto di essere stato esclusi dalla colonna sonora di "Lost In Transaltion", e io mi sono distratto su "Couleurs" (cercavo i Pet Shop Boys).
"I giovani sono da qualche altra parte" è molto bella ed è una grande verità.
Grazie, ciao,
e.

brugo ha detto...

i Notwist non li capisco.
e me ne rammarico.


l'ultimo di Moby no eh, ho sentito il singolo per radio e pensavo fosse Gigi D'Agostino. aiuto.

ma questi giovani, poi, esisteranno?

Federico Spadavecchia ha detto...

Ieri ho visto un giovane duo, lei e lui, chiamato SpleenEvil che voleva essere i nietzer ebb ma che in testa aveva i Joy Division di Closer anche se esteticamente sarebbero stati perfetti come risposta europea agli Scan7...c'è grossa crisi nel mondo dei gggiovani...

PS: e cmq checchè se ne dica "un compleanno da ricordare" resta un gran film e Molly Ringwald continua a farmi sesso...:D

a. ha detto...

il disco dei notwist è brutto? si forse lo è. dramma.

enver ha detto...

il disco dei Notwist non è brutto. non quanto temevo dopo la comparsa su Pitchfork di Good Lies. semmai datato, ma nelle parti meno glitch (quelle che lasciano lo scheletro della forma canzone) fa ancora il suo dovere. sono io/siamo noi, semmai, a non recepirlo come sarebbe successo 5-6 anni fa.

maxcar ha detto...

@e.: epperò la parte è sbajata. scherzo, volevo precisare in senso antigiovanilista ma poi non ho trovato motivazioni che mi convincano ad essere più anti rispetto che al resto

@brugo: sono l'esercito del surf, no? (è proprio il singolo di Moby che mi instilla un ragionevole dubbio. resisto all'ascolto però)

@fs: non avrei voluto essere nei tuoi panni, eh

@a.&e.: io ho paura ad ascoltarlo per la seconda volta. perché ho paura che non sia solo colpa mia (anche se me ne riconosco molta)