18.9.07

Divani by Non lo so

In principio furono le camerette. Poi fu la volta delle stanze dei dj. Adesso tocca a noi, come chiede anche lui. Purtroppo io che sono ingeniere non ho più la cameretta, vivo lontano dalla città natia e dalla sedimentazione collezionista e ho pure traslocato da poco, con conseguente carenza di personalizzazione. Opto allora per il salotto al posto della camera da letto e del soggiorno, visto che è la cosa più simile alla sala di ascolto come richiesto nei commenti da tom.



L’immagine riprende in spaccato i quatto lati dell’ambiente. Si inizia da un maestoso mobile Justice bianconero contenente solo l’immanente: in tv passa Rihanna, circondata ai lati dal nuovo catalogo Ikea (un’altra copia presente in bagno), dall’ultimo promo ricevuto (il divertente disco dei Trabant), dal grande Maurizio Milani in rigoroso sconto del venticinque per cento (sappiamo ancora aspettare ciò che amiamo per quei due o tre mesi) e da due o tre quarantacinque giri ‘merigani indie e non techno (a scopo arredamento). Nella seconda sezione, sullo sfondo dello spartano e orrendo tavolo multiuso, un orologio fermo e una tenda che definire fiorata è poco: tulli tulli tullipà. Nella terza e nella quarta sezione alcune immagini sacre in dotazione all’appartamento potrebbero essere poste in alcuni luoghi a scopo puramente umoristico. La terza sezione è illuminata da un recente mio acquisto ovvero una Kroby ritorta by Ikea con boccione a risparmio energetico rivolto non convenzionalmente verso l’alto. Sullo sfondo della quarta sezione accanto al pregevole mezzo muretto a secco appoggia cocktail-Baustelle (yacht-tv, ti tengo sott’occhio), un fiore regalo a cui tengo tanto che regala quel pregevole tocco che una volta avremmo detto twee e ora invece è il tocco Border Community della situazione.

Ps: qualche tempo fa, su richiesta di un blog amico, quando stavo ancora in condivisione con alcuni colleghi postai anche il mio frigo in osservanza al detto ‘Sei quello che metti a 7-8 gradi’.

4 commenti:

a. ha detto...

l'icona sopra il divano e l'arredamento parco fanno di te la guida spiriturale di noi blogger.
don maxcar. suona bene.

atroC.T.X.Z.B.tion ha detto...

bella casa, però quella nicchia in mezzo all'armadio chiama un 32 pollici schermo piatto. minimo.

cascade ha detto...

l'importante, caro mio, è non essere quello che metti a novanta, di gradi.

maxcar ha detto...

@a.: don maxcar mi fa pensare a don vito corleone. la nuova cosa nostra contro la nuova p2?

@atroc.t.x.z.b.tion: se qualche produttore di tivù mi legge, sappia che vorrei provare qualche ultimo modello in quella nicchia

@casché: ho ben chiara la differenza tra le due unità di misura