6.3.07

Di rane, zoppie e autoradio

Sono giorni in cui sono attirato dalla musica priva di centro, da quella che non inizia, da quella che non finisce. Mi ritrovo così ora preda di ciclicità, ora di strutture che forse sono pensate per essere usate in altro modo e in cui invece è godurioso immergersi dalla fine all’inizio, di nuovo. Se così al primo ascolto del Villalobos Entlebuch Remix del pezzo di Beck, la settimana scorsa, ho tradito una errata freddezza, oggi posso dichiararmene vittima: Beck sequestrato da un esercito rivoluzionario viene nascosto nella giungla e nutrito a peyote. La rana messicana dello Sri Lanka del sud è a sua guardia.

Il disco nuovo di Dntel zoppica. Forse in certi casi anche qualitativamente, e sembra poi una specie di Pavarotti & Friends quanto a uniformità, ma non è questo quello che intendo. È il passo che ora trascina, ora incespica, ora barcolla. In certi casi la successione di irregolarità ha la meglio e così in To A Fault supero la mia ritrosia per la voce orsacchiotta, per le chitarre acustico-troniche in favore di una gioiosa e claudicante aritmia. Non abbiamo bisogno di bastoni per la vecchiaia.

Non si esce proprio dagli anni Novanta. Forse non lo vogliamo nemmeno. Un intermezzo di Dj Mehdi è troppo epico per restare solo un minuto di loop di passaggio sul suo disco. Così Thomas Bangalter dei Daft Punk lo dota di gambe e piedi e braccia. Per il video invece viene chiamato il figlio di Costa Gavras che col suo The Decibel And The Furious rende omaggio all’estetica di tanti filmaggi francesi anni Novanta. Poi però qualcuno mi deve spiegare perché tutti i registi chiamano i figli Roma(i)n. Amore per Polanski?



Cellphone’s Dead (Villalobos Entlebuch Remix) - Beck
To A Fault - Dntel feat. Grizzly Bear
Signatune (Thomas Bangalter Edit) - Dj Mehdi (video)

5 commenti:

a. ha detto...

video di mehdi stupendo e lirico direi

giulio ha detto...

grazie della song, non la conoscevo!

tra amici, direi che siamo entrambi due fissati con villalobos, vero?

maxcar ha detto...

sta facendo ottime cose il ragazzo, sì

honeymoonchild ha detto...

la ed banger sta prendendo una brutta via, soprattutto se bangalter si riduce a fare questi rmx da quattro soldi per pedro..non ci siamo proprio.
fra uffie, mehdi e justice [ascoltate d.a.n.c.e., il gioca-jouer transalpino] stanno completamente disperdendo tutta la cricca fica creata l'anno passato.

per villalobos, non sono mai stato un suo grande fans ed anzi, lo odio.
ma come si fa ad odiare una perfezione di rmx come questo?

hnmncld.

maxcar ha detto...

io sono buono con questo bangalter. in fondo non è un remix ma un edit, in fondo serviva rendere ballabile Signatune, infondoalfondo

concordo su uffie e il busy p è loffio e ovviamente sono in fase di monetizzazione hype per cui non potrà che andare indie peggio. però d.a.n.c.e. è troppo paracul'abc (alla fatboy slim quasi, cit.) per non fregarsene della dignità

villalobos fino ad ora non aveva che rapporti intellettuali coi miei ascolti (con azzo,izzo,zozzo,puzzo, il teorema e tutto il resto non riuscivo a viaggiare visto che non prendo pillole, nemmeno quando ascolto techno al lavoro). da quando si sta paraculizzando anche lui con trombette, dark reggae, indie e le dissonanze tra cantato e musica potrei quasi pensare di andarlo a vedere dal vivo - cosa fino a tre mesi fa improponibile per me