4.1.07

Come diceva Corrado, …e non finisce qui (ancora)

Qui sì è ricercatori e ogni buon ricercatore sa che i risultati arrivano quando si unisce alla tenace ricerca di un obiettivo prefissato la capacità di accorgersi dell’ovvio che ci sta tra i piedi. Per celebrare il mio ritorno dietro la scrivania, vogliate allora gradire due piccole chicche.

Vi ho parlato anche troppo di Fizheuer Zieheuer (aka il pezzo spaccapista con le trombette gitane di Ricardo Villalobos) e dopo mesi estenuanti di ricerche ecco finalmente il pezzo della Blehorkestar Bakija Bakic che ha originato tutto. Il buon Ricardo non ha soltanto campionato due ottoni ma ha assorbito strutture da marcetta, percussioni e progressioni. Indispensabile asso nella manica per dj set rivolti a un pubblico che sa, Pobjednicki Cocek è il primo dj tool rom della storia. Tutti pronti per la rivoluzione slava che passa anche dal malatissimo DJ Krnak (Papagaj butta nel cesso due anni di baile funk e tira pure lo sciacquone).

Se l’operazione di Villalobos è un fine equibrio tra suggestione surreale e colpo di scena popolare, con i Klaxons entriamo nel regno dell’ignoranza a forma di chiavistello. Ma i Klaxons sono finti ignoranti (più finti o più ignoranti?) e nei loro accrocchi sbilenchi c’è sempre un seme di inconsapevolezza storica, un voler mettere da parte l’inutile per il futuro. Questo funziona quando agisce come in Not Over Yet, dove non ho fatto troppo caso alla sensazione di già sentito, fino a quando non ho scoperto l’altro giorno che era una cover del duo Grace (Oakenfold + Osborne) e mi sono convinto che entrambe sono due canzoni che cancellano la memoria a breve termine di se stesse nel momento stesso in cui affermano che non è finita, non ancora. Per ora. Che è il mio concetto di per sempre, e allora apprezzo.

Pobjednicki Cocek - Blehorkestar Bakija Bakic
Not Over Yet - Grace

4 commenti:

claudio ha detto...

grande!! pobjednicki cocek...cosa hai tirato fuori...
al massimo io ti posso dire che justice per phantom ha campionato tenebre dei goblin, ma sicuramente si sapeva già...
continua così!

wiseacre ha detto...

DJ Krmak viene da Techno Folk Vol. 4 Ludnica by DJ Amir. Tra breve nei migliori Sendspace.

tOm ha detto...

qui si invita a ripescare Tenebre dei Goblin, ascoltarne l'intro e confrontare con (hype hype hype!) Phantom dei Justice.

e poi farsi portare per mano da un tOm in stato di scazzo e pensare che Oizo - sì sì proprio lui - nella sua seratona milanese aveva messo PROPRIO i Goblin (pensa te...) in uno di quei vinili originali introvabbbili.

ancora, riascoltate il buon vecchio Analog Worms Attack e caverete che i nostri hanno scoperto l'acqua calda. non li odierei così tanto se non fossero sulla bocca di tutti con un ritardo a dir poco terrificante.
tra un po' qualcuno suonerà Strings of Life e sarà old skool techno mania. se non è già iniziata.

maxcar ha detto...

@claudio: ma grazie

@wiseacre: non vedo l'hora

@tOm: (quanto amavo i vermoni del video della title track) credo che sia una cosa chiamata vita: ci sono quelli che hanno le intuizioni, quelli che fanno sempre e solo il lavoro utile-e-sporco e quelli che arrivano e capitalizzano senza spiegazzarsi il colletto della camicia. non gliene faccio troppo una colpa, in fondo poi Oizo arrivò a noi attraverso un pupazzo di pezza giallo

ah, è già old skool techno mania e Carl Craig aveva cannibalizzato i Goblin anche prima di Oizo