23.11.07

La dura legge del gol fantasma

Inghilterra e Germania erano ai supplementari, due a due. Finale dei Mondiali del ’66, a Wembley. Il tiro di Geoff Hurst colpisce la parte bassa della traversa e poi scende giù verso la linea di gesso bianco. Il pallone torna indietro e un difensore tedesco lo spazza via di testa. Non c’è la poesia distillata del rallenty, ma solo tre colpi in rapida sequenza e una decisione da prendere. L’arbitro corre dal guardalinee russo e il guardalinee russo chiama con fermezza il gol. Geoff Hurst segnerà ancora e l’Inghilterra vincerà il suo unico mondiale, ma negli anni tutti continueranno a parlare del gol fantasma e del guardalinee russo. Il guardalinee russo in realtà era azerbaijano. Gli hanno anche intitolato lo stadio della capitale Baku.

Russian Linesman, ovvero Jamie Boyer, è inglese e gravita intorno alla Tide Pool, etichetta/cricca canadese col mito culturale della Border Community di James Holden, dedita secondo le proprie parole ai pensieri completati a metà, al ballo e allo shoegazing in ugual misura, a volte contemporaneamente. Il pallone batte sulla legna della traversa e poi solleva la polvere del gesso da terra. Dopo torna indietro e resta sospeso a metà: decisioni sbagliate, ma da prendere. Come il suo meraviglioso set Live Laptop Fishing, dove parte trasognato sulle parole di Lord Byron, accresce di pulsazioni electro la sua ambient, passa per le voci dei Beastie Boys con cui approda al suo lato più danzereccio, celebra il Maradona dei Mondiali americani e chiude col meraviglioso Woody Guthrie di Ranger’s Command. Il suo prossimo singolo uscirà per l’italiana Undercut con remix di Margot, Cristiano Pugliese e Sandro Russo, insieme (guarda te) ad Avus della BC. Il guardalinee russo, intervistato in seguito, disse che per lui non era un problema se la palla avesse superato o no la linea di porta. Lui credeva che la palla non arrivasse dalla traversa, ma dalla parte superiore della rete.

Live Laptop Fishing - Russian Linesman
(60 minuti live, ma meritano. Tracklist con errore sul pezzo finale qui)
Gerður - Russian Linesman
Gerður (Betamax Warriors Soup Kitchen Hoe-Down) - Russian Linesman
Bonus Track? Nathan Fake secondo me tiene problemi di cuore:
Screaming In The Trees (Arab Strap Cover – Lo Fi R.I.P.) - Nathan Fake

4 commenti:

federico ha detto...

Geniale tutto, cover degli Arab Strap compresa.

tOm ha detto...

nathan è fastidioso perchè è così geniale da urtarmi. gi altri belli bravi e tutto, va bene. ma lui è un genio. fine.

maxcar ha detto...

la genialità a volte è il passaggio mancante. chi di noi non ha fatto karaoke delle proprie delusioni amorose sugli Arab Strap? Sono fatte apposta, quello parla, mica canta, possiamo parlare anche noi. ma quanti artisti che apprezziamo hanno registrato una cover degli Arab Strap quando si sono lasciati?

eppoi il segno dei tempi: i miei genitori avevano Morandi e la Efrikian che amoreggiavano diretti da Fizzarotti, io ho Nathan Fake che si lascia e condivide una cover degli Arab Strap su Myspace

caisa ha detto...

Hiya!

Nathan Fake will be playing at the SMS festival in Croatia this September! It's going to be great! Other acts include Carl Craig, Friendly Fires, Optimo, Theo Parrish and Girlcore. Check it out at http://sms-2010.com/

Cheers!